domenica 1 giugno 2008

MATTIA CHE NON C'E' PIU'...

E' successo in un attimo, sulla via di casa. Che brutto morire a sedici anni, così, in un attimo, quasi a tradimento. Mattia Pelagatti non era il "centauro spericolato" anzi, era un ragazzo che amava la vita, perché la sua vita era un insieme di tanti affetti e sogni troppo intensi per metterli in gioco. Le tragedie, si sa, spesso, arrivano quando meno te le aspetti, e poi, a sedici la morte è solo un concetto astratto. Il Destino ha voluto che gli ultimi giorni di maggio invece fossero anche gli ultimi per Mattia, in questo indecifrabile grafico della vita appeso chissà dove. Chissà quante volte, in sella alla sua Aprilia 50, Mattia avrà fatto tesoro delle parole di papà Riccardo e di mamma Francesca, con quel loro "fai attenzione", perché se ben guardiamo, anche in quel nefasto pomeriggio di venerdì 3o, Mattia "non bruciava" la strada. Il "Romito", per chi non conosce Livorno, è lo stupore di un quadro sul mare sempre blu, sul rosso del cielo nell'ora del tramonto e su un orizzonte lontano dove volano i gabbiani. E' qui che Mattia è caduto, diventando in un attimo parte di quel quadro, del blu di quel mare, del tramonto infuocato e di quell'orizzonte lontano. Ti troveremo in ogni stupore, Mattia, e poi, lasciatelo dire: "L'amore è vita, e la vita ha qualcosa di immortale"... (Gericus)

9 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao mattia buon viaggio...voal sempre in cielo..ci manchi,sara

mattia resterai sempre nel mio kuore ha detto...

ciao mattia..anche se ti conoscevo di vista..sapevo che eri un bravo ragazzo...resterai sempre nel mio cuore...ci manchi molto... :'(...fai buon viaggio..x me sarai sempre qui accanto a me ogni sekondo della mia vita...anche se ti konoscevo poco..addio per sempre..

martina ha detto...

mattia,vola per sempre in cielo,buon viaggio ci mancherai ,martina

il mister ha detto...

il campo verde da gioco non sara' piu' lo stesso senza te fra i pali mi mancherai tanto mattia ma so che sarai sempre con me nel mio cuore e il tuo soriso mi accompagnera' per sempre nella mia vita rivedendoti nei ragazzi che allenero' in futuro ciao campione

baiguera gian piero

arianna ha detto...

ciao sono arianna, la cugina di mattia... volevo solo dire che mattia è un argazzo speciale, e non ci lascerà mai... ogni volta cercava sempre di accontentare tutti, ma dio non lo ha accontentato... lui sarà x sempre nel mio cuore, e un giorno lo ritroverò... ci incontreremo di nuovo...
mattia semplicemente uno di noi...

Anonimo ha detto...

ciao mattia... il nostro non è un addio ma un arrivederci... mi dispiace

ale.renu ha detto...

ciao mattia....nn mi rendo ancora conto di come tu abbia fatto a lasciarci..nn dimentichero mai le avventure passate insieme al mare e in vacanza e neanche i nostri primi allenamenti di pallone....mi mancherai tanto..spero un giorno di rivederti perche eri un ragazzo buono e generoso..mi dispiace tantissimo...

Addison ha detto...

Caro Gericus,
non so cosa ti abbia portato a scrivere della notizia di questo ragazzo. Che legame possa esistere tra tu che stai in Val d'Aosta e la sorte maligna di questo povero ragazzo di Livorno.
Sono capitato sul sito della squadra del Picchi e non capivo. Ho notato la categoria nella quale giocava e dopo una breve ricerca ho trovato le notizie su Google. Faceva il portiere ed ha la stessa età di mio figlio maggiore (pure lui portiere).
Da te ho avuto la triste conferma.
La foto di questo ragazzo che ricordo molto bene: bel fisico, e bravo tra i pali. Quando lo incontrammo fece una paio d'inteventi di spessore.
Una notizia che non sapevo.
Stavo molto meglio prima.
Triste, troppo triste.
Perdere un figlio così, è grave, straziante, troppo duro da affrontare.
Ho visto la foto e mi è venuta la pelle d'oca.
Non è giusto.
Non è giusto per lui, peri genitori, per gli amici e per l'immane vuoto che lascia.
Non solo non è giusto, ma è assolutamente folle per quello che NON viene fatto per questi ragazzi.
Per questi motorini che mai hanno i fermi e che è stato oggetto di un post anche nel mio blog.
Grave.
Stavo meglio prima.
Stasera lo dirò al mio ragazzo.
Un saluto,
Addison.

Anonimo ha detto...

ciao matti sono virginia...i miei pensieri non ti abbandonano mai, piccolo mi manchi tanto vorrei che tu fossi sempre qui...non riesco a non piangere quando ripenso a tutti i belli e brutti momenti passati insieme, ripenso sempre al passato quando eravamo piccoli e si giocava sempre insieme al mare e a l'altranno quando ci siamo rivisti dopo tanto tempo, mi mancano le parole per dirti quello con provo da quando non ci sei piu!
matti non ti dimenticherò mai sei stata una persona meravigliosa ti vorrò sempre bene e non ti dimenticherò mai! arrivederci piccolo kipper