mercoledì 27 aprile 2005

PROFUMO DEL PASSATO/51

DOVRANNO DARE L'ADDIO ALLE LORO CASE
GLI ABITANTI DI FORNET -
Le acque di un grande lago artificiale inghiottiranno ogni cosa. Per le famiglie che hanno dovuto cedere le loro proprietà e le loro cose alla società Sip comincia dunque l'esodo verso altri luoghi. Tra qualche anno, sulle proprietà che hanno visto il loro lavoro e sulle case che sono state testimoni di gioie e dolori, si stenderà il manto dell'acqua e tutto sarà cancellato.
(Il Corriere della Valle. Gennaio 1954)
-----------------------

PROCESSO IN CORTE D'ASSISE -
E' stato celebrato in questi giorni il processo nei confronti del giovane M.C. di 29 anni. In seguito ai riscontri dei Carabinieri, questi era stato accusato di aver ucciso la madre con una gragnola di pugni dopo un vivace alterco avvenuto in casa al ritorno dal lavoro. Al processo è stata raccolta la pietosa storia del ragazzo e della madre, vittima troppo spesso della voluttà del bere. I giudici lo hanno ritenuto colpevole di omicidio preterintenzionale e lo hanno condannato a sei anni e sei mesi di reclusione, di cui tre condonati.
(Le Pays d'Aoste. Febbraio 1954)
-----------------

AOSTA CAMBIA VOLTO -
Tra breve, la vecchia Maison de la Tour, attualmente sede della Banca Commerciale sarà completamente abbattuta per essere rimpiazzata da una nuova costruzione moderna e razionale. I valdostani apprendono così non senza rimpianto, la sparizione di un edificio storico dove le grandi sale avevano offerto ospitalità ai rifugiati della Rivoluzione Francese e dove più tardi, la famiglia De Maistre si era riunita nella via dell'esilio.
(Le Pays d'Aoste. Febbraio 1954)
-----------------

1 commento:

mady ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.